Carissimi,

mi affido anche questa volta a delle semplici parole e ad un foglio di carta per cercare di arrivare il più veloce possibile nei cuori di tutti. Chi di voi mi conosce, sa benissimo come, per ben 5 anni, io abbia ricoperto con tutto il massimo impegno la carica di Presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Tivoli. Un impegno che ho mantenuto con costanza insieme al mio lavoro quarantennale di Consulente Finanziario, senza mai perdere di vista per un solo istante gli obiettivi che fin dall’inizio mi ero prefissato. Mi ritengo soddisfatto, orgoglioso e vittorioso. Tantissimi servizi di volontariato sono stati svolti grazie alla prontezza e alla coordinazione di molti volontari e all’aiuto delle maggiori istituzioni. Manifestazioni, campagne umanitarie, ausilio a forze dell’ordine e Procura della Repubblica, ci hanno visto sempre in primo piano. L’impegno, quindi, è sempre stata la costante che ha caratterizzato la mia persona. Ne dà atto anche la mia breve ma intensa presidenza nella Tivoli Calcio, da luglio 2017 a dicembre dello stesso anno dove, sfidando me stesso e appoggiato da chi credeva in me, sono riuscito a ridare alla città tiburtina la sua gloriosa Tivoli 1919. Tutto questo per far riemergere nel cuore di tutti i tifosi tiburtini quei momenti vittoriosi che purtroppo avevano dimenticato ormai da tempo. Ed è stata una grande vittoria. Ebbene, tutto ciò che era nelle mie capacità di riuscita in questi anni è stato portato a termine oltre lo sperato e con grande e inaspettato entusiasmo di tutti. Ma nel mio cuore ho sempre pensato con ferrea convinzione che il bene che si può apportare tramite singole attività a sostegno del prossimo lo si possa estendere con determinazione e in gran misura attraverso progetti più ambiziosi per il bene comune. Gli anni passati nell’ANC e i momenti di diverso sviluppo che sono affiorati durante tutto il percorso, sono stati anni e momenti d’insegnamento e di grande sforzo, che sono serviti a determinare in me la carica giusta per puntare ad un traguardo più alto. Parlo oramai al passato, e spero mi perdoneranno le maggiori istituzioni, fra le quali la Procura della Repubblica di Tivoli e il Tribunale, e tutto il popolo tiburtino. Fra poco più di un mese lascerò alle mie spalle, con dispiacere (ma con grande gioia per i risultati ottenuti), anche questa lunga e bellissima avventura come Presidente ANC per cominciarne un’altra, allo stesso modo bella ma molto più impegnativa. Credo nella politica, credo nelle istituzioni e nel benessere comune che può scaturire da esse. È per questo che ho deciso di scendere in campo e metterci la faccia, promettendo di mantenere sempre le parole che mi hanno descritto in questi anni: la correttezza, l’ambizione, l’impegno. Ho scelto di appoggiare l’attuale Sindaco Giuseppe Proietti nelle prossime e ormai imminenti elezioni. Sono estremamente convinto che quel legame che già esiste, ed è concreto ormai da anni, con il Comune di Tivoli, tra la mia persona in qualità di cittadino, e come Presidente ANC, possa giungere ad un ordine ancora più elevato e producente attraverso questa mia scelta decisiva. Non so dove mi porterà questo nuovo percorso ma spero che queste poche righe diano modo a chi mi conosce, e crede in me, di continuare a farlo, e a chi non mi conosce, che lo possa fare presto. È mia premura ringraziare chi mi ha sostenuto in questi anni, chi mi ha dato fiducia affidandomi incarichi sempre maggiori, chi mi ha messo alla prova e ne è stato fiero, chi ha creduto in me come Presidente e nell’ANC di Tivoli come Associazione degna di affiancarsi al nome dell’Arma dei Carabinieri. D’altra parte, è mio dovere scusarmi con chi si augurava potessi accompagnare ancora per un altro mandato questa amata Associazione, ma col cuore in mano e con ferma convinzione del mio impegno, so per certo che questa scelta porterà ad un’altra vittoria per tutti.

Ad majora....

Paolo Cicolani